FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Chieti, scontro frontale tra due auto sulla statale 649: 4 vittime

C'è un sorpasso all'origine dell'incidente che dieci minuti dopo la mezzanotte è costato la vita a quattro giovani

Quattro persone sono morte ed una è rimasta ferita gravemente in un incidente sulla strada statale 649, all'altezza del territorio di Bucchianico (Chieti). Tre delle vittime, due di 21 anni e una di 23, decedute sul colpo, viaggiavano a bordo di una vettura che stava iniziando una manovra di sorpasso quando si è scontrata frontalmente con un'altra auto dove viaggiavano due persone: una, di 37 anni, è morta, l'altra di 31 è grave.

Le vittime

Le vittime sono un uomo di 37 anni, Domenico Di Fazio, presidente del Rapino Calcio, formazione che milita in prima categoria, due fratelli di Casoli (Chieti), Massimiliano e Alessandro Fiore di 21 e 23 anni e un cugino che viaggiava con loro, Mattia Lorenzo Menna, 23 anni di Altino (Chieti).

 

La dinamica dell'incidente

Questi ultimi tre erano a bordo di una Volkswagen Golf che in fase di sorpasso è finita contro una Jeep Renegade che proveniva dalla direzione opposta, condotta da un uomo di 30 anni, calciatore del Rapino, con accanto Di Fazio. Nell'impatto, che ha distrutto le due auto, gli occupanti della Golf sono morti sul colpo: i sanitari del 118 di Chieti, giunti sul posto, hanno provato a rianimare Di Fazio, ma non c'è stato nulla da fare. Il calciatore ferito è stato invece portato al policlinico di Chieti dove è ricoverato in prognosi riservata.

 

Illese le persone a bordo dell'auto che è stata sorpassata Illesi i cinque occupanti della Fiat Tipo che era stata sorpassata dalla Golf: l'auto, nello scontro fra le due auto, è stata urtata da striscio ma senza conseguenze per il conducente e le quattro donne, tutti di Guardiagrele, che erano a bordo. Sul posto per i rilievi e per ricostruire la causa dell'incidente sono intervenute due pattuglie della polizia stradale, coordinate dal commissario Marco Polidoro, i vigili del fuoco che hanno dovuto usare la fiamma ossidrica per estrarre i corpi.

 

Le salme sono state portate all'obitorio di Chieti dove, previo tampone, si procederà all'ispezione cadaverica mentre un'informativa è stata rimessa dalla Stradale al procuratore della Repubblica di Chieti facente funzione Lucia Campo: le due auto sono state sequestrate. La notizia del tragico incidente si è presto diffusa nei luoghi di in cui le vittime vivevano.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali