FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Abruzzo, casa per anziani come lager: ospiti maltrattati e legati. Arrestati i due gestori della struttura

I degenti venivano legati e maltrattati fisicamente e psicologicamente. Lʼaccusa è di lesioni volontarie che hanno portato ad alcuni decessi

Venivano maltrattati fisicamente e psicologicamente gli anziani della casa di riposo Arcobaleno, a Vasto, in provincia di Chieti. Le indagini dei carabinieri hanno portato all'arresto della coppia di gestori della struttura, con l'accusa di concorso in maltrattamenti, lesioni volontarie, aggravate da decessi e abbandono di incapaci.

La vicenda Gli ospiti "subivano continue sofferenze fisiche e morali ed erano costretti a penose condizioni di vita, in un clima di paura e insicurezza. A volte venivano persino legati ai loro letti - spiegano le forze dell'ordine - Inoltre, a causa di questi maltrattamenti, alcuni anziani, ormai in fin di vita, sono morti poco dopo il ricovero". La violenza è stata documentata da alcune telecamere nascoste, dopo le molteplici segnalazioni che già dall'aprile 2016 avevano portato i carabinieri ad aprire un'indagine

I precedenti Non è la prima volta che gli anziani si trovano a dover avere paura di chi li accudisce. È capitato anche a Lugo di Romagna, in provincia di Ravenna, dove l'infermiera Daniela Poggiali ha ucciso un'anziana signora ricoverata all'ospedale tramite un'iniezione letale di potassio. E non contenta si è poi fatta un selfie con la vittima. Sospettata anche per altre misteriose morti nella stessa struttura ospedaliera, la Corte d'Assise di Ravenna l'ha condannata all'ergastolo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali