FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Pompei è arrivato il nuovo regolamento: no agli ombrelli e al torso nudo ed è vietato parlare ad alta voce

Le regole per la visita sono state pubblicate sul sito degli scavi, alcuni hanno ipotizzato che sarà posto un limite anche ai selfie

Vietato effettuare la visita in abbigliamento discinto o a torso nudo, ma anche entrare con abiti da cerimonia, maschere e costumi; non si possono utilizzare gli ombrelli, arrampicarsi sui muri e persino parlare ad alta voce. Sono soltanto alcuni dei divieti contenuti nel nuovo regolamento degli scavi archeologici di Pompei pubblicato sul sito. In rete il documento è stato già ribattezzato "il nuovo Galateo". Tra le novità anche un limite di ingressi: "il parco non può contenere più di 15mila persone alla volta".

Alcune norme del nuovo regolamento stanno già facendo discutere gli utenti in rete come il divieto di parlare ad alta voce oppure di non poter girare a torso nudo in estate. Ma c'è chi vede tra le nuove regole anche un limite ai selfie, infatti in molti credono che i "selfie stick" rientrano tra gli oggetti ingombranti vietati al punto 13 mentre secondo alcuni il divieto di  "salire o arrampicarsi sui muri, sulle fontane, sui banconi e su qualsiasi struttura o arredo antico" si riferisce proprio all'abitudine dei visitatori di salire il più in alto possibile per scattarsi foto vista scavi. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali