FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Pamela, fatali due coltellate: spunta la pista delitto rituale

Lo scempio sul corpo sembra rimandare ai crimini tribali diffusi nei villaggi nigeriani

Dall'autopsia sul corpo di Pamela Mastropietro è emerso che la giovane è stata uccisa da un gruppo di persone con due coltellate al fegato e un colpo alla testa. In seguito il cadavere è stato smembrato in modo scientifico, come seguendo un rituale, in un appartamento di via Spalato 124 a Macerata. Lo scempio sul corpo sembra rimandare ai crimini tribali diffusi nei villaggi nigeriani.

"In questa vicenda molte cose non tornano", dice a Il Messaggero l'avvocato Gianfranco Borgani, che difende Desmond Lucky (uno dei tre nigeriani fermati per l'omicidio). "La dissezione - sottolinea - è stata fatta da una persona esperta, la pulizia della casa e del corpo è molto accurata, perché allora lasciare a vista il trolley con i resti del corpo? Perché non gettarli sotto un ponte?".

"Forse siamo di fronte a una sorta di rito, dietro c'è qualcuno il cui nome non è ancora emerso, una persona pericolosa per gli indagati, magari hanno paura anche di ritorsioni verso i parenti in Nigeria e per questo non parlano", aggiunge il legale. In Nigeria, specie nel sud, sono praticati rapimenti e delitti per smembrare e vendere parti di arti o organi.

Intanto il quarto nigeriano indagato, secondo la Procura, non dovrebbe essere coinvolto nel delitto. L'uomo, che ha avuto contatti telefonici con uno dei fermati, è stato indagato a sua garanzia e per escludere la sua colpevolezza. Contro di lui, infatti, non esistono le prove che sono state contestate a Oseghale, Desmond Lucky e Lucky Awelima, in sstato di fermo da sabato

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali