FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Como, irruzione di un gruppo di naziskin in un centro pro migranti | Il video

Una quindicina di militanti di estrema destra interrompono lʼassemblea dei volontari e leggono il loro proclama neo fascista: "Nessun rispetto per voi, basta invasione"

“Logica schiavista”, “idee pseudoclericali irretite da un retorica mondialista". E ancora “turbo capitalismo”, “soloni dell’immigrazionismo ad ogni costo” “fermiamo l’invasione”: sono alcuni dei passaggi deliranti letti da un gruppo di estremisti di destra durante un’irruzione nella sede dell’associazione pro migranti “Como senza frontiere”. Pieno stile squadrista, come mostra il video messo in Rete in queste ore: una quindicina di naziskin del Veneto Fronte Skinhead, capelli rasati, bomber neri e un volantino letto come il loro proclama anti migranti nel pieno di un’assemblea che discuteva di accoglienza.

I fatti risalgono al 28 sera:  primo piano del Chiostrino di Santa Eufemia, a Como, in corso una riunione di Como Senza Frontiere, una rete che unisce decine di associazioni a sostegno dei profughi. Il gruppo di neo fascisti irrompe, legge e va via. I cooperanti presenti immobili, li salutano dicendo che li hanno rispettati (nonostante la loro incursione) e che si aspettano lo stesso da loro. Risposta, anche questa in pieno stile fascista: “Nessun rispetto per voi”. Fine della sceneggiata.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali