FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Vittime delle baby gang, parla la mamma di Arturo: “Basta violenza”

A Quinta Colonna parlano i famigliari delle vittime e dei carnefici del bullismo

Baby gang, la piaga che sta colpendo in questo periodo sempre più giovani. A Quinta Colonna tanti ospiti per dire basta alla violenza. Nel Napoletano il fenomeno delle baby gang, piccoli violenti tra i 12 e i 17 anni, è in preoccupante ascesa e le vittime si moltiplicano. Questi ragazzi danno vita a una continua escalation di violenze. In puntata da Paolo Del Debbio è ospite anche il papà di due ragazzini arrestati per aggressioni e rapine: “Sono mortificato da ciò che è successo e per noi è vergognoso vedere ciò che sono diventati. Mai avrei potuto credere che i miei figli fossero capaci di fare una cosa simile”. Ospite della trasmissione anche la mamma di Arturo, il ragazzo accoltellato da una baby gang a Natale. Maria Luisa Iavarone assicura che nonostante tutto Arturo ora sta meglio: “Non parla correttamente a causa delle coltellate che gli hanno reciso le corde vocali, ora sta seguendo un percorso di riabilitazione”. La donna però chiede giustizia: “Queste cose non devono mai più accadere. Basta violenza”.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali