FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vicenza, madre getta a terra neonata di quattro giorni e la uccide: arrestata | Erano appena rientrati dallʼospedale

Il raptus sarebbe avvenuto improvvisamente, dopo aver allattato la piccola. La donna, forse in crisi "post partum", ha poi tentato il suicidio con un coltello

Una neonata di quattro giorni è morta la scorsa notte all'ospedale San Bortolo di Vicenza dopo essere stata gettata a terra in casa dalla madre, forse per una crisi "post partum". L'episodio è avvenuto nella notte a Lisiera di Bolzano Vicentino. La donna, di 41 anni, subito dopo ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello. A intervenire è stato il marito della donna e padre della bimba, che ha chiamato il 118.

Il raptus sarebbe avvenuto improvvisamente, dopo aver allattato la piccola, nata il 16 gennaio. Subito dopo la donna si è recata nel bagno con l'intento di uccidersi, colpendosi al collo con un coltello da cucina; ma la ferita, poi curata all'ospedale, è stata superficiale e non è grave.

Il marito della donna, disperato, ha chiesto aiuto ad alcuni vicini di casa, che sono giunti sul posto. I sanitari del Suem 118 si sono resi subito conto delle condizioni disperate della neonata, che è stata rianimata sul posto per poi essere stata trasportata al San Bortolo, dove nonostante il prodigarsi dei medici del reparto di terapia intensiva pediatrica non c'è stato nulla da fare.

Al momento gli inquirenti hanno sentito solo il marito, che pur in stato di shock ha raccontato quanto successo. L'uomo ha spiegato di aver sentito un primo tonfo sordo, poi la moglie urlare frasi sconnesse, e infine un secondo tonfo. Quando è entrato nella stanza la moglie si è rifugiata nel bagno, cercando di uccidersi. Ora la donna è stata arrestata e ed è piantonata nel reparto di Psichiatria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali