FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezia, Conte: "Situazione drammatica, Mose in arrivo" | Dichiarato lo stato d'emergenza, stanziati 20 milioni

Il premier ha convocato per il 26 novembre il Comitatone, organo creato ad hoc per affrontare i problemi strutturali della Laguna. Ristoro danni: 5mila euro ai privati, 20mila agli esercenti

"Per Venezia c'è un impegno a 360 gradi, c'è una situazione drammatica in una città unica, ci dobbiamo essere". Lo ha detto Giuseppe Conte, aggiungendo: "Il Mose è un'opera su cui ormai sono stati spesi tantissimi soldi ed è in dirittura finale". Ristoro danni? "Fino a 5mila euro a privati, 20mila agli esercenti". Intanto il Cdm, nel dichiarare lo stato d'emergenza per Venezia, ha stanziato 20 milioni di euro per i primi soccorsi.

Il 26 novembre Comitatone per i problemi strutturali "Abbiamo individuato la data del 26 novembre per riunire il Comitatone, un organo da me convocato per una governance su tutti i problemi strutturali di Venezia: grandi navi, Mose, maggiore coordinamento tra le autorità competenti", ha aggiunto il premier.

 

Venezia sott'acqua, Conte: "Situazione drammatica"

 

Di Maio: "Il Mose è nato vecchio" L'Italia e Venezia stanno "vivendo ore drammatiche" e "questo è il momento di stare vicino ai veneti, ma non possiamo far finta di non vedere che qualcuno ha delle colpe e chi ce le ha deve pagare. Non possono essere sempre i cittadini a pagare il conto degli errori politici". Così il leader del M5s Luigi Di Maio. "Opere come il Mose sono nate vecchie e infarcite di tangenti e corruzione" ma "ora, benché non sia la migliore soluzione possibile, va terminata al più presto per proteggere Venezia subito", ha agguinto. 

 

Elisabetta Spitz commissario Mose A proposito di Mose, sarà Elisabetta Spitz, ex direttore dell'Agenzia del Demanio, il super commissario". Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

 

Venezia sommersa, barche e gondole devastate per la città

 

De Micheli: obiettivo Mose pronto nel 2021 "Ci sono stati forti rallentamenti sul progetto che però è compiuto al 93%. Mancano gli ultimi 400 milioni. Sono stati appostati dal governo, non sono fermi per motivi burocratici. Non c'è niente di fermo, i lavori stanno andando avanti", ha spiegato De Micheli. L'obiettivo, ha spiegato, è di completarlo entro il 2021: "Spero però che ci siano utilizzi parziali anche prima".

 

 

Tari, slitta di un mese il pagamento La Giunta comunale di Venezia adotterà un provvedimento, su indicazione del sindaco Luigi Brugnaro e predisposto dall'assessore al Bilancio e Tributi Michele Zuin, per disporre il posticipo dell'imminente scadenza della quarta rata della Tari, prevista per il 16 novembre, per tutti i cittadini e le imprese dell'intero Comune. La nuova scadenza sarà fissata per il 16 dicembre. 

 

 

Picco marea si è fermato a 113 centimetri Si è fermato a 113 centimetri alle ore 10.30, rilevati alla Punta della Salute, il picco della marea. Il bel tempo e l'assenza di vento hanno scongiurato una massima prevista di 120 centimetri. L'onda di marea è in calo.

 

Scuole chiuse anche venerdì In considerazione delle previsioni meteorologiche avverse, con precipitazioni diffuse e un picco molto sostenuto della marea, il Comune di Venezia ha deciso che
anche venerdì 15 novembre, l'attività scolastica degli istituti di ogni ordine e grado sarà sospesa. La misura coinvolgerà gli istituti del centro storico, delle isole, del Lido e di Pellestrina.

 

Maree previste a Venezia

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali