FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Treviso, in una scuola spostati tre bambini no-vax per far posto a compagno immunodepresso

Cambiati di sezione in prima elementare: protestano i genitori, ma la scuola si difende

Treviso, in una scuola spostati tre bambini no-vax per far posto a compagno immunodepresso

In una scuola di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, tre bambini non vaccinati di una prima classe elementare sono stati trasferiti di sezione per far posto ad un altro bambino immunodepresso, quindi a rischio. I genitori dei tre bambini non ci stanno e chiedono spiegazioni, ma la scuola dice di aver avvisato per tempo dello spostamento, in modo che le classi fossero rimodulate prima dell’inizio delle lezioni.

La richiesta dello spostamento era stata fatta dai genitori del bambino immunodepresso, in modo che quelli non vaccinati per altri motivi non fossero presenti nella stessa classi. Una delle tre mamme no-vax, in particolare, ha protestato, perché il proprio figlio era nella stessa classe di un suo amico e ora saranno separati.

Su quanto accaduto è intervenuto l’assessore regionale alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto, spiegando che "la fluttuazione degli alunni è una intuizione nostra che risale a due anni fa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali