FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Padova, scoperta una maxi truffa nella ricerca scientifica: 200 indagati

Una frode da 45 milioni di euro, compiuta tramite lʼemissione di false fatture per far ottenere ad aziende indebiti crediti dʼimposta

Un'inchiesta della guardia di finanza di Padova ha portato alla luce una maxi frode per 45 milioni di euro, realizzata tramite l'emissione di false fatture per far ottenere ad aziende indebiti crediti d'imposta. Gli indagati sono oltre 200. La frode riguarda il settore della ricerca scientifica. E' stata individuata un'associazione per delinquere finalizzata alla illecita fruizione di agevolazioni fiscali riconosciute dallo Stato.

Gli inquirenti hanno indagato sull'utilizzo delle agevolazioni fiscali che consentivano un credito d'imposta (originariamente nella misura del 90%, poi ridotta al 50% a partire dal 2015) a favore delle società che avessero sostenuto costi o finanziato progetti di ricerca nelle università, ovvero in enti pubblici di ricerca.

Falsa ricerca - La norma considera "soggetti finanziabili" anche i cosiddetti "organismi di ricerca", cioè soggetti che svolgono, senza scopo di lucro, attività di ricerca di base, industriale o di sviluppo sperimentale, diffondendone i risultati mediante l'insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento di tecnologie. E proprio un "organismo di ricerca" operante in provincia di Padova sarebbe stato la "fabbrica" delle false fatture per operazioni inesistenti, sulle quali si basano i fittizi crediti d'imposta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali