FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Padova, autista a una straniera: “Stai zitta deficiente”| Rischia il posto

Bestemmie e insulti: l’episodio è stato filmato da una passeggera e ha fatto il giro del web. Ora il conducente potrebbe essere licenziato

Ad una passeggera straniera di un autobus a Padova è bastato lamentarsi dell’eccessiva velocità con cui guidava un conducente per ricevere in cambio insulti razzisti e bestemmie. “Stai zitta deficiente, tornatevene a casa vostra e non rompete alla gente che lavora” ha urlato l’autista contro la passeggera. Il video, filmato da una donna presente sull’autobus, ha fatto il giro del web e ora l’autista rischia il licenziamento.

L’episodio è accaduto un mese fa, ma solo da pochi giorni il video che testimonia l’accaduto è stato postato online. Nel filmato, si sente l’autista inveire volgarmente contro la passeggera. Gli insulti razzisti hanno portato una donna ad intervenire per chiedere al conducente di moderare il suo linguaggio, vista la presenza sul mezzo anche di bambini. 

Dopo aver visto il video, anche il sindaco di Padova, Sergio Giordani ha espresso la sua indignazione e ha suggerito il licenziamento dell’autista. Appello subito accolto da BusItalia, l’azienda che gestisce i mezzi pubblici a Padova, che ha dichiarato che cercherà di individuare l’identità del conducente per procedere con pesanti sanzioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali