FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio nel Veneziano, arrestato ex boss della mala del Brenta: Maritan uccide un rivale in amore

Killer e vittima avevano entrambi "lavorato" per Felice Maniero. Lʼassassinio scaturito da una lite scoppiata in seguito a un incontro casuale tra i due

Era da poco uscito dal carcere ed è stato di nuovo arrestato, dopo un lungo interrogatorio nella notte, Silvano Maritan, ex boss della mala del Brenta, per l'omicidio di Alessandro Lovisetto, 53 anni. La vittima aveva frequentato la ex del killer mentre quest'ultimo era in prigione. Maritan, 70 anni, è stato catturato in flagranza di reato, secondo quanto riferiscono fonti della Procura.

Sembra che tra i due si sia scatenata una lite in pieno centro a San Donà di Piave (Venezia). Maritan e Lovisetto si conoscevano, secondo quanto risulta ai carabinieri, perché entrambi erano al soldo di Felice Maniero negli anni "d'oro" della mala del Brenta.

I due si sarebbero incontrati per caso nella cittadina veneta, dove entrambi abitano. Dagli insulti si è passati a spintoni e botte, finché è comparso un coltello a serramanico (non si sa di chi dei due) finito nelle mani dell'assassino. Due le coltellate di Maritan a Lovisetto (secondo una prima ispezione del medico legale) ma con un solo fendente al collo che sarebbe stato mortale. A stabilire esattamente il numero e l'entità delle ferite sul corpo della vittima sarà l'autopsia disposta dalla Procura.

Maritan, omicida per conto di Maniero e più volte in carcere per fatti di droga, anche in tempi recenti era stato un "grande accusatore" del capo della mala del Brenta, da lui ritenuto un infame perché da collaboratore di giustizia aveva tradito la banda. Maritan sosteneva che "faccia d'angelo" avrebbe nascosto agli inquirenti numerosi delitti da lui compiuti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali