FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"I cinesi mangiano topi vivi", Zaia: mi scuso se ho offeso qualcuno

Il governatore del Veneto, dopo lʼinfelice intervista in cui accusa il popolo cinese anche di scarsa igiene rettifica e aggiunge: mi hanno massacrato per una frase

Matteo Salvini Luca Zaia maltempo Veneto

"Sono stato massacrato per una frase uscita male". Così Luca Zaia cerca di ricucire lo strappo con la comunità cinese, dopo aver detto in una intervista di aver visto video nei quali cittadini cinesi mangiavano topi vivi e rincarando sull'igiene di quel popolo. "Se qualcuno si è sentito offeso mi scuso", aggiunge il governatore del Veneto, dopo le pesanti critiche dall'ambasciata cinese, che definisce le frasi di Zaia calunnie e offese gratuite.

"Quella frase mi è uscita male, d’accordo. Se qualcuno si sente offeso, mi scuso. Non era mia intenzione fare il qualunquista e tanto meno generalizzare", ribadisce Zaia che, al Corriere della Sera, aggiunge: "Intendevo fare una riflessione più compiuta. Volevo parlare delle fake news e dei video che hanno girato prima che l’epidemia arrivasse da noi. Hanno preparato la culla per il neonato. Qui non è arrivato il virus, ma il virus della Cina".

 

E, sull'igiene e le abitudini del popolo cinese, Zaia precisa: "Volevo solo dire che le certificazioni sul fronte della sicurezza alimentare e sanitaria variano da Paese a Paese. Era una riflessione a 360 gradi su un Paese che ha metropoli moderne e altre zone che sono il loro esatto opposto".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali