FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Chioggia, denunciato per razzismo lʼex gestore della spiaggia "fascista"

Gianni Scarpa di nuovo nei guai a due anni di distanza dal "caso" dei cartelli con le foto e gli slogan di Mussolini

Chioggia, denunciato per razzismo l'ex gestore della spiaggia "fascista"

Gianni Scarpa, l'ex gestore della spiaggia "fascista" di Playa Punta Canna a Sottomarina di Chioggia (Venezia), finisce nuovamente nei guai. I carabinieri lo hanno infatti denunciato alla Procura per violenza privata aggravata da finalità di discriminazione razziale, ingiuria e apologia del fascismo. Due anni fa venne iscritto nel registro degli indagati per apologia di fascismo, per cartelli in spiaggia con le foto e gli slogan di Mussolini.

Secondo le accuse, avrebbe indotto una bagnante di Padova, nata in Italia da genitori originari dell'Africa occidentale, ad abbandonare a Ferragosto uno stabilimento balneare nel quale si trovava con un'amica con comportamenti discriminatori accompagnati da musiche e frasi diffuse da casse e megafoni.

Una volta uscita, la donna ha chiesto l'intervento dei militari. Due anni fa il 66enne Scarpa venne prosciolto perché le sue azioni furono ricondotte alla libertà di pensiero garantita dalla Costituzione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali