FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Addio a Norma Pielli, morta a 97 anni la "mamma" del tiramisù

La donna si è spenta lunedì nella sua casa a Tolmezzo. Insieme al marito, ha sempre rivendicato la paternità del dolce al cucchiaio

Addio a Norma Pielli, morta a 97 anni la "mamma" del tiramisù

Dopo una lunga disputa, andata avanti a suon di documenti, era riuscita a farsi riconoscere la paternità di uno dei dolci più famosi al mondo: il tiramisù. Lunedì pomeriggio però si è spenta, nella sua casa a Tolmezzo, in provincia di Udine, Norma Pielli. Aveva 97 anni. Lo hanno annunciato i figli che insieme al marito, Beppino Del Fabbro, l'hanno aiutata a rivendicare la creazione della ricetta.

Uno dei figli, Mario, ha spiegato così le radici del tiramisù: "Prima del 1952 mia madre faceva un dolce chiamato trancio al mascarpone, attestato da un menù dell'epoca, risultato ottenuto dalla modifica del dolce Torino. Quando mio padre lo assaggiò assieme a dei clienti, concordarono che era un dolce che tirava su e fu battezzato in quell'occasione. Erano gli anni '54-'55, quindi ben prima del ristorante al Vettorino di Pieris e delle Beccherie di Treviso".

Dopo la morte di Norma, la famiglia si è rivolta alle istituzioni chiedendo di "proteggere un prodotto conosciuto in tutto il mondo" che non appartiene solo a loro, "ma a tutto il territorio".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali