FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venerdì sciopero dei medici: saltano migliaia di interventi

Per protestare contro le mancate assunzioni e il blocco del rinnovo del contratto fermo da 10 anni. Garantite solo le attività di urgenza

I medici e gli anestesisti del sistema sanitario nazionale incorreranno le braccia venerdì 23 novembre. Lo sciopero è stato indetto da tutte le sigle sindacali, che chiedono il rinnovo del contratto nazionale, bloccato da dieci anni, la riduzione del carico eccessivo di lavoro e il finanziamento di almeno 3mila nuovi contratti di formazione specialistica. Si temono forti disagi negli ospedali italiani, con l'annullamento di migliaia di interventi.

Si stima che venerdì saranno rinviati circa 40mila interventi chirurgici e centinaia di migliaia di visite specialistiche e prestazioni diagnostiche. "Saranno invece garantiti tutti gli interventi indifferibili e tutelati i pazienti fragili", ha assicurato il sindacato degli anestesisti rianimatori (Aaroi-Emac) che prevede un'ampia adesione.

"Questo sciopero è anche per i cittadini, danneggiati dalla mala gestione della sanità italiana - afferma Alessandro Vergallo, presidente Aaroi-Emac -. Il Ssn deve continuare a garantire a tutti il diritto alla salute, anche attraverso la tutela del personale che vi lavora e il rispetto del contratto e dei diritti fondamentali dei lavoratori che talvolta vengono violati".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali