FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dà un passaggio in auto a due stranieri irregolari: italiano condannato

Il giovane, residente in Francia, stava tornando nel suo Paese per le vacanze e ha pensato di condividere le spese di viaggio con Blablacar

Un 26enne italiano residente in Francia è stato condannato a 9 mesi di reclusione e 24mila euro di multa per aver dato un passaggio in auto a due stranieri che non avevano i documenti in regola per poter entrare in Italia. Il giovane, che era in viaggio con la fidanzata, aveva "reclutato" i due attraverso BlaBlaCar: il 26enne, accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, su consiglio del suo legale ha patteggiato la pena.

Documenti non in regola - Solo una volta arrivato alla frontiera il giovane ha scoperto che i suoi due compagni di viaggio non avevano i documenti in regola per entrare in Italia e quindi di aver commesso un reato. Anche la sua auto, una Mercedes, è stata sequestrata.

La sorpresa al traforo del Monte Bianco - L'italiano, racconta la "Stampa", doveva raggiungere l'Italia per trascorrervi le vacanze e, per risparmiare sul viaggio, aveva pubblicato un annuncio su Blablacar. Gli avevano risposto una donna ivoriana e un uomo marocchino. I guai sono cominciati al traforo del Monte Bianco, dove i due sono stati controllati: la donna era senza documenti e l'uomo, un richiedente asilo, non aveva il permesso di espatriare. I due sono quindi stati respinti in Francia, mentre all'italiano è stato contestato il reato di favoreggiamento dell'immigrazione illegale.

Ma il sito di Blablacar mette in guardia - Il giudice di Aosta gli ha negato le attenuanti perché era stato pagato per il viaggio. Il giovane non sapeva di commettere in reato, ma in realtà il sito di Blablacar chiarisce che sui documenti dei passeggeri vanno fatto tutte le verifiche necessarie e consiglia "di consultare il sito dell'Unione europea" o di "verificare con l'ambasciata del Paese d'origine del passeggero" concludendo: "Quando le vai a prendere, ricordati di controllare tutti i documenti delle persone che stanno per salire a bordo con te".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali