FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto Kercher, Guede chiede di rivedere il processo: lʼobiettivo dei suoi legali è lʼassoluzione

Secondo i difensori ci sarebbero dei contrasti tra i giudicati e la sentenza su Raffaele Sollecito e Amanda Knox

Rudy Guede, l'ivoriano definitivamente condannato a 16 anni di reclusione per l'omicidio di Meredith Kercher, ha chiesto la revisione del processo. L'istanza è stata depositata alla Corte d'appello di Firenze dai suoi difensori. La revisione è stata chiesta per quello che i legali considerano un contrasto di giudicati con la sentenza che ha assolto Raffaele Sollecito ed Amanda Knox.

Obiettivo assoluzione - Gli avvocati Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi puntano a ottenere l'assoluzione "per non avere commesso il fatto" del giovane ivoriano, che nel carcere di Viterbo sta scontando 16 anni di reclusione.

Contorto e complicato l'iter giudiziario che ha portato alla condanna di Guede. L'istanza presentata dai legali, una quindicina di pagine, dovrà prima superare il vaglio dell'ammissibilità da parte della Corte d'appello di Firenze. Una decisione al riguardo è attesa non prima della fine del mese. Se la risposta fosse positiva per Guede si celebrerà un nuovo processo.

Il giovane si è sempre proclamato innocente per l'omicidio di Meredith, uccisa a Perugia la sera del primo novembre del 2007.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali