FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bufera procure, per Luca Palamara accusa di corruzione in atti giudiziari

Stessi addebiti contestati all'imprenditore Fabrizio Centofanti e ad Adele Attisani

Luca Palamara
ansa

Nuove accuse per l'ex consigliere del Csm Luca Palamara durante l'udienza preliminare in corso a Perugia. La procura ha infatti modificato il capo d'imputazione contestandogli i reati di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio e corruzione in atti giudiziari. Stessi addebiti contestati all'imprenditore Fabrizio Centofanti e ad Adele Attisani.

I magistrati del capoluogo umbro hanno depositato nuovi atti nell'ultima udienza. Tra questi una corposa informativa della guardia di finanza, verbali di diversi testimoni e riscontri acquisiti nel corso delle indagini.

 

 

In particolare Palamara - al quale era stato contestato inizialmente il reato di concorso in corruzione per un atto d'ufficio - è accusato di avere acquisito informazioni riservate da pubblici ministeri di Roma e di Messina rendendole note a Centofanti. Da questi sarebbero poi passate - sempre in base alla ricostruzione accusatoria - all'avvocato Piero Amara.

 

Palamara avrebbe quindi ricevuto da Centofanti viaggi, soggiorni e lavori eseguiti da varie ditte presso l'abitazione di Adele Attisani, amica di Palamara e considerata "istigatrice" delle presunte condotte illecite. Dopo la formulazione delle nuove contestazioni la difesa di Palamara ha chiesto i termini a difesa e l'udienza è stata rinviata al 19 marzo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali