FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Uccisa in viaggio di nozze a Venice Beach, risarcimento record per la morte di Alice

La Municipalità di Los Angeles ha annunciato che darà ai familiari 12 milioni di dollari

Alice Gruppioni è stata investita mentre stava passeggiando sul lungomare di Venice Beach con il neo marito Christian Casadei. La coppia si trovava a Los Angeles in viaggio di nozze. Quel giorno, il 3 agosto 2013, sarebbero partiti per continuare la luna di miele altrove, ma la vita della 32enne bolognese è stata spezzata da uno spacciatore che con un'auto è piombato sulla folla ferendo 17 persone e uccidendone una: Alice. Ora la famiglia riceverà un risarcimento record per la morte della donna: 12 milioni di dollari. "Abbiamo appreso la notizia con una soddisfazione che ha il sapore della rassegnazione", ha detto la zia della 32enne.

Si chiude così l'azione civile che era stata avviata dopo la morte di Alice, figlia del manager Valerio Gruppioni del gruppo Sira di Pianoro (Bologna) di cui lei stessa era dirigente. Alla guida del veicolo che ha travolto la giovane imprenditrice c'era Nathan Campbell, uno spacciatore che si è lanciato sulla folla per seguire un pusher che non gli aveva fornito una partita di droga pagata. Campbell è stato condannato a 42 anni di carcere. Sulla passeggiata di Venice sarà eretta una lapide per ricordare Alice.

"Questo risarcimento non rimetterà le cose al loro posto. Spero però che sia un segnale forte per quella comunità. Spero che si ricordino di quello che è accaduto. Ora so che prenderanno provvedimenti per non farlo accadere mai più. L'unica cosa che vorrei è che non fosse mai successo", ha detto il marito della 32enne al Resto del Carlino. Dal giorno della morte di Alice la polizia di Los Angeles ha messo in sicurezza l'intera zona.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali