FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tv pirata, un venditore di pezzotto a Le Iene: “Sopra di me un boss troppo grande”

Prosegue lʼinchiesta di Alessandro di Sarno sul business illecito della tv pirata. Nellʼanteprima del video in onda stasera su Italia 1, lʼintervistato scoppia in lacrime: "Non arrivo a fine mese"

Più di un miliardo di euro all'anno: è questo il giro d'affari della tv pirata in Italia. L'inviato de Le Iene Alessandro Di Sarno prosegue la sua inchiesta sul "pezzotto", un dispositivo che permette di visionare molti canali a pagamento in cambio di un abbonamento low cost pirata, di appena 12 euro al mese. L'anteprima del servizio video, che andrà in onda nella puntata delle 21:15 su Italia 1, riguarda l'intervista a un protagonista di questo business illegale, un venditore all'ingrosso di pezzotti. "E' un boss troppo grande quello che sta sopra di me", dichiara in lacrime ai microfoni del programma di Mediaset.

"E' un gruppo troppo gigantesco. Sono flussi che arrivano dall’Europa e anche fuori”, racconta l'intervistato. Nel primo servizio dedicato a questo business illecito Le Iene hanno incontrato gli installatori, il gradino più basso della piramide fuorilegge. Nel secondo capitolo dell’inchiesta, Alessandro Di Sarno ha invece intervistato chi sta ai vertici della piramide: un ex amministratore pentito che ha parlato di uno stretto legame tra le Iptv pirata e la camorra.

 

Il focus si sposta ora sui venditori all’ingrosso, anello di congiunzione tra la base della piramide e i vertici. Con una scusa gli inviati sono riusciti a incontrare un venditore che, quando Le Iene hanno rivelato la loro identità, è scoppiato in lacrime: “Per favore ho due figli, non arrivo a fine mese”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali