FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pistoia, arrestato per peculato il sindaco Pd di Pescia Oreste Giurlani

Si è appropriato di 570mila euro. Le indagini sarebbero partite da un esposto presentato da un consigliere regionale. Il primo cittadino è indagato anche per corruzione

Pistoia, arrestato per peculato il sindaco Pd di Pescia Oreste Giurlani

Oreste Giurlani, sindaco Pd di Pescia, nel Pistoiese, è stato arrestato dalla guardia di finanza per peculato. Secondo l'accusa, tra il 2012 e il 2016 il primo cittadino si sarebbe appropriato di 570mila euro destinati alla delegazione toscana dell'Unione nazionale comuni comunità enti montani, della quale è stato presidente dal 2005 al 2016. Le indagini sarebbero partite da un esposto presentato da un consigliere regionale.

Giurlani si sarebbe "autoliquidato" una somma di denaro pari ad oltre 200.000 euro senza produrre alcun giustificativo di spesa, nonché ulteriori 233.000 euro. Secondo i militari della Finanza avrebbe prodotto dei giustificativi contabili fittizi, ideologicamente falsi e non pertinenti alla funzione pubblica svolta. A finire nel mirino delle indagini sono gli acquisti di numerosi cellulari e iPad, e i rimborsi chilometrici.

Oreste Giurlani indagato per corruzione - Il sindaco di Pescia arrestato per peculato per fatti relativi al suo precedente ruolo di presidente di Uncem Toscana è indagato dalla procura di Firenze anche per corruzione in merito a vicende collaterali, ma distinte, scoperte dagli inquirenti con la stessa inchiesta. Su questo filone gli accertamenti sono in corso e, secondo quanto emerge in ambienti investigativi, Giurlani non è l'unico indagato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali