FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Isola d'Elba (Livorno), scomparsa la figlia del super poliziotto anti-mafia Micalizio: è giallo

Di Marina Paola Micalizio, 48 anni, si sono perse le tracce la sera del 14 agosto. Morto il suo cane, mentre il suo cellulare è stato ritrovato vicino agli scogli

Isola d'Elba
Ente del Turismo

Un Ferragosto di grande apprensione all'Isola d'Elba.

Da diverse ore non si trova più

Marina Paola Micalizio

, 48 anni,

figlia dell'ex super poliziotto Pippo

, noto per aver diretto le prime maxi operazioni contro la

mafia

e la

'ndrangheta

al Nord. Il

cane

della donna è stato trovato morto sugli scogli di una spiaggia dell'isola, mentre il suo

cellulare

è stato recuperato poco distante. Della 48enne, invece, nessuna traccia.

 


I fatti -

 La donna

era in vacanza nella villa di famiglia dell'Elba

, dove da sempre trascorreva le vacanze estive. Dalla sera della vigilia di Ferragosto, però, la grande paura: Marina Paola diventa irrintracciabile. La scomparsa -

secondo quanto riporta il quotidiano la Nazione - è stata

segnalata ieri in una zona boschiva

. Poi, all'alba di oggi, il ritrovamento, sugli scogli, del cadavere del cane della donna. E, ancora, a pochi passi, il cellulare. Della 48enne, però, nessuna traccia. Le attività di ricerca sono coordinate dai vigili del fuoco e dai carabinieri forestali, con la partecipazione della capitaneria di porto. È stato anche attivato il piano provinciale di ricerca scomparse.

Le ricerche della donna si stanno concentrando nella zona di Procchio.


 


Chi era Pippo Micalizio -

Morto nel 2005 nel tempo si era guadagnato l'appellativo giornalistico di ''super poliziotto'' per via delle 

prime grandi maxioperazioni contro la mafia e la 'ndrangheta al Nord

, che aveva diretto tra gli anni Ottanta e Novanta. Promosso a Roma, era stato nominato vicedirettore della Direzione investigativa antimafia (Dia) ed era diventato numero uno dei Servizi centrali antidroga. Nel 2001, uomo di fiducia del Viminale, Genova aveva ricoperto il ruolo di ispettore per gestire

le indagini post G8 sull'irruzione di poliziotti e carabinieri nella scuola Diaz 

e i

fatti della caserma di Bolzaneto

. L'11 luglio del 2003, su proposta dell'allora ministro dell'Interno Beppe Pisanu, era stato nominato

prefetto

 collocato fuori ruolo presso la presidenza del Consiglio. Poi l'onorificenza di

commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica

, conferitagli nell'ottobre del

1994 su iniziativa dell'allora presidente Oscar Luigi Scalfaro

.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali