FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Diciassettenne ucciso da un furgone nel Senese, fermato un 45enne

Dopo lʼimpatto, lʼautista del mezzo non si è fermato a prestare soccorso al ragazzo. Lʼuomo è stato portato in carcere a Rovigo

Un commerciante di ortofrutta di 45 anni, residente nel Pavese, è stato fermato per la morte di Arturo Pratelli, il 17enne travolto e ucciso da un furgone venerdì sera a Sovicille, nel Senese. Il 45enne, interrogato per tutta la notte, si trova ora nel carcere di Rovigo. A suo carico è stato emesso un fermo d'indiziato di delitto per omicidio stradale aggravato dalla fuga. Dopo l'impatto, infatti, non si è fermato a prestare soccorso al ragazzo.

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di individuare, attraverso i frammenti dello specchietto retrovisore e della carrozzeria, rinvenuti sul luogo dell'incidente, la tipologia del mezzo identificato in un autocarro Man di colore bianco.

Successivi accertamenti hanno consentito ai militari di ricostruire la perfetta compatibilità fra i danni rilevati sull'autocarro e i reperti rinvenuti sul luogo dell'incidente. Il 17enne, che poco prima era sceso da un bus di linea e camminava sul ciglio della strada provinciale 73 vicino alla sua abitazione a Sovicille, era stato colpito alla testa dallo specchietto del mezzo.

Pratelli era conosciuto a Siena: frequentava il liceo scientifico Galilei, era tifoso della Robur e tra i fondatori dei supporter organizzati "Boys", contradaiolo de L'Aquila e calciatore della juniores del Gsd Berardenga.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali