FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terrorismo, Gabrielli: corpi speciali di polizia in più città

"Personale addestrato e collocato in altre realtà del paese, considerando i possibili obiettivi sensibili".

"Oggi i corpi speciali di polizia sono in venti città, ma allargheremo il novero delle presenze sul territorio e il numero delle città". Lo ha affermato il capo della Polizia, Franco Gabrielli, circa l'emergenza terrorismo. "L'idea nostra - ha aggiunto Gabrielli - è di allargare il novero non solo del personale addestrato in questa maniera ma anche di collocarlo in altre realtà del paese, considerando i possibili obiettivi sensibili".

"La minaccia terroristica oltre ad essere globale è una minaccia che ha molteplici manifestazioni", ha aggiunto. "Si manifesta - prosegue il capo della polizia - attraverso azioni strutturate, pensiamo al 13 novembre in Francia con un gruppo di fuoco organizzato, ma anche attraverso i cosiddetti lupi solitari, non necessariamente radicalizzati o affiliati allo stato islamico, frutto invece molto spesso della marginalità in cui vivono".

"Tutti dobbiamo avere la consapevolezza che viviamo una minaccia, che possiamo essere oggetto e obiettivo di questa minaccia. Il che però non significa che dobbiamo mutare la nostra vita. Il prezzo che non dobbiamo pagare è mutare il nostro stile di vita, perché questo tipo di terrorismo mira a questo".

Migranti, Ventimiglia sotto pressione "Non è giusto che una piccola cittadina come Ventimiglia sia costretta a patire una situazione che incide pesantemente sulla vita di quella comunità", ha poi detto Gabrielli. "A Ventimiglia il problema è semplice nella sua complessita'. Ci sono persone che non vogliono rimanere in Italia, il loro obiettivo e' quello di andare dall'altra parte."

D'altra parte, precisa il capo della polizia, "i sindaci sono il front office delle criticità. Se molti si rifiutano di dare accoglienza s'innesca un meccanismo perverso, perché i migranti non si dissolvono nell'aere e vanno trattati come persone, con rispetto. Se qualche sindaco non se ne fa carico, è matematico che se ne debba far carico qualcun altro".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali