FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Stadio Roma, il collaboratore di Parnasi al pm: "Dati soldi a funzionario pubblico"

Luca Caporilli ammette "dazioni di denaro" in favore del tecnico responsabile dei pareri sul progetto. Parnasi: "Della Capitale non frega niente a nessuno". Lanzalone: "Mai partecipato alla vicenda"

Stadio Roma, il collaboratore di Parnasi al pm: "Dati soldi a funzionario pubblico"

Luca Caporilli, collaboratore di Luca Parnasi e da mercoledì agli arresti nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma, ha ammesso nel corso di un interrogatorio "dazioni di denaro in favore di almeno un funzionario pubblico" responsabile dei pareri al progetto sulla struttura che dovrebbe sorgere a Tor di Valle.

Nel corso dell'interrogatorio Caporilli avrebbe fatto ammissioni agli inquirenti fornendo elementi utili alle indagini. "Al tavolo per la modifica del progetto dello stadio della Roma era l'avvocato Lanzalone a rappresentare il Campidoglio", avrebbe riferito Il dirigente 54enne del gruppo Parnasi al pm.

Parnasi: "Della Capitale non frega niente a nessuno" - "Non frega a nessuno della Capitale, questa è la verità". Così Luca Parnasi si sfogava coi suoi collaboratori il 4 marzo 2017, lamentandosi della battuta d'arresto subìta dal progetto a causa della valutazione di impatto ambientale negativo. "A Regione e Comune dobbiamo dire noi come si fanno le cose, non farcelo dire", aveva detto Parnasi, scagliandosi contro i tempi "troppo lunghi". Intanto Parnasi è stato trasferito dal carcere milanese di San Vittore a quello romano di Regina Coeli e non è escluso che nei prossimi giorni possa incontrare anche lui i pm.

Lanzalone: "Mai partecipato vicenda stadio" - "Io della vicenda dello stadio non ho mai partecipato". E' quanto compare letteralmente nella trascrizione manoscritta del verbale di interrogatorio di garanzia di Luca Lanzalone, ex presidente dell'Acea ai domiciliari da mercoledì. La frase è riportata a penna nel documento a cui mancano le trascrizioni complete dell'atto istruttorio. Il verbale completo non è ancora stato depositato agli atti.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali