FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sparò al ladro che gli era entrato in casa e finì in carcere: "Con la nuova legge ora sarebbe diverso"

Al programma di Rete 4 la storia dell’ex guardia di sicurezza Bruno Poeti, che spera di beneficiare della nuova norma sulla legittima difesa

Ai microfoni di Stasera Italia parla Bruno Poeti, l'ex guardia di sicurezza che l’8 febbraio 2016 sparò contro alcuni ladri che si erano introdotti nella sua proprietà alle porte di Grosseto.

I malviventi erano in quattro e uno dei proiettili di Poeti ferì Ion Nicolai Farcas, che chiese i danni al derubato. Poeti patteggiò a un anno e sei mesi, ma con la nuova legge sulla legittima difesa le cose sarebbero potute andare diversamente: “Non avrei dovuto risarcire il ladro, sarei completamente scagionato e non sarei mai andato in galera”, ha spiegato.

Il Senato ha approvato ieri la legge, con le modifiche volute dalla Lega e il testo deve ora tornare alla Camera. Poeti era stato accusato di tentato omicidio e di lesioni volontarie, ma ora lancia un appello: “Spero che il mio caso rientri in questa nuova legge, ma io ogni caso rivorrei indietro le mie armi perché se dovesse risuccedere, non saprei come difendermi”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali