FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sindaco del Reatino rinuncia allʼindennità: "Ora i bimbi hanno uno scuolabus"

Maria Antonietta Di Gaspare, primo cittadino di Borbona, sottolinea: "Non mi sento unʼeroina, ci mancherebbe"

Sindaco del Reatino rinuncia all'indennità: "Ora i bimbi hanno uno scuolabus"

Bel gesto del sindaco di Borbona, paese di 600 abitanti in provincia di Rieti (Lazio) colpito dal terremoto che nel 2016 ha distrutto Amatrice. Maria Antonietta Di Gaspare ha infatti rinunciato alla propria indennità da sindaco per far sì che i bambini del comune che amministra possano avere uno scuolabus che li porti all'istituto.

Di Gaspare ha raccontato al quotidiano Avvenire che dopo il sisma i genitori di Borbona si sono divisi tra chi intendeva mandare i figli ad Antrodoco, paese lontano qualche chilometro, e chi a Montereale, altra cittadina dove, a seguito del terromoto de L'Aquila, era stata costruita una scuola con criteri antisismici.

Si era quindi reso necessario l'acquisto di un secondo scuolabus per permettere ai bambini di frequentare entrambe le scuole, ma il comune non disponeva dei fondi. A risolvere questo problema era intervenuta la squadra di calcio locale, che già disponeva di un pulmino per le trasferte della domenica.  "L'autista - ha spiegato il primo cittadino - lo abbiamo assunto con indennità e rimborsi a cui ho rinunciato volentieri. Non mi sento un'eroina, ci mancherebbe, e veramente l’ho fatto già dal settembre, per garantire la regolarità dell'anno scolastico, anche se la storia è venuta fuori ora".

Si tratta di circa 20mila euro l'anno tagliati dal bilancio. "Adesso - ha concluso Di Gaspare - al mattino il paese è tutto uno sciamare di scuolabus: 12 bambini prendono quello nuovo per Montereale, 14 quello per Antrodoco, un altro arriva dal vicino paese di Posta per accompagnare lì i bambini dell'asilo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali