FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ragusa, cuginetti travolti da un Suv: aperta unʼinchiesta sui tempi dʼintervento dei soccorsi

Per lʼautopsia la vittima non poteva essere salvata. Lʼaltro minore è ancora ricoverato in pericolo di vita

La Procura di Ragusa ha aperto un'inchiesta conoscitiva sui tempi d'intervento dei soccorsi ai due cuginetti di 11 e 12 anni travolti da un Suv a Vittoria, nel Ragusano. Uno dei due bambini è morto, l'altro è ancora ricoverato in pericolo di vita a Messina con le gambe amputate. Secondo l'autopsia la vittima non poteva essere salvata: è morta per un'inarrestabile emorragia massiva per il distacco violento di una gamba.

Rimangono per ora indagati medico e infermiere presenti sull'ambulanza giunta sul posto dopo la tragedia.

Alla guida del Suv che ha travolto i cuginetti c'era Rosario Greco, 37 anni con precedenti per armi e droga, figlio del "re" degli imballaggi del mercato di Vittoria. Guidava, secondo gli investigatori, con un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello consentito. E per questo non ha saputo controllare l'auto, dopo un sorpasso azzardato, nel tratto in cui la strada diventa uno stretto budello.

L'interrogatorio di garanzia di Greco è previsto per lunedì in carcere. Il 37enne è accusato di omicidio stradale aggravato, di omissione di soccorso e di guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Pesante i capi di accusa a carico del figlio del "re" degli imballaggi di Vittoria, non nuovo a certe scorribande in città rimaste impunite

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali