FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, si suicida l'ex capo dei gip Cesare Vincenti: era indagato per il crac Zamparini

Il giudice, in pensione da giugno, era coinvolto nellʼinchiesta della procura di Caltanissetta sulla fuga di notizie a vantaggio dellʼex patron del club rosanero

L'ex capo dell'ufficio del gip di Palermo Cesare Vincenti si è suicidato lanciandosi dal balcone della sua abitazione. Il giudice e il figlio Andrea erano indagati per corruzione e rivelazione di notizie riservate. L'inchiesta riguarda la presunta fuga di notizie relativa all'ex patron del Palermo Calcio Maurizio Zamparini, che avrebbe appreso preventivamente della pendenza di una richiesta di custodia cautelare nei suoi confronti.

Cesare Vincenti, che soffriva da mesi di depressione, era andato in pensione il 19 giugno, così come previsto da tempo. Una settimana prima l'abitazione del magistrato e l'ufficio del gip erano stati perquisiti nell'ambito dell'indagine della Procura di Caltanissetta per violazione del segreto investigativo.

 

Circa due settimane fa, come è prassi negli uffici giudiziari, Vincenti aveva organizzato una festa di commiato per il suo pensionamento al Palazzo di Giustizia. Alla cerimonia aveva partecipato però solo il personale amministrativo del suo ufficio; l'unico magistrato presente aveva spiegato che i colleghi non avevano potuto prender parte perché già impegnati.
 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali