FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migrante minorenne picchiato nellʼAgrigentino: "Torna a casa tua"

Un 16enne, da un anno in Italia e ospite di una comunità di seconda accoglienza di Raffadali, è stato aggredito a calci e pugni

Migrante minorenne picchiato nell'Agrigentino: "Torna a casa tua"

Un migrante sedicenne, da un anno in Italia e ospite di una comunità di seconda accoglienza per minorenni non accompagnati di Raffadali (Ag), è stato aggredito a calci e pugni. Inequivocabile la frase che gli è stata gridata contro: "Ritornatene nel tuo paese". Il ragazzo, domenica pomeriggio, è finito al pronto dell'ospedale S.Giovanni di Dio di Agrigento dove è ancora ricoverato. I carabinieri sono già stati informati dell'episodio.

I medici gli hanno diagnosticato una contusione a un testicolo e una ferita a un ginocchio. Sarà quindi formalizzata una denuncia ai carabinieri che sono già a conoscenza dell'episodio.

Giovanni Mossuto, uno dei responsabili della struttura d'accoglienza di cui l'adolescente è ospite, ha detto: "Raffadali è un Comune che lo ha accolto con amore e grande disponibilità all'integrazione. In questi mesi, grazie al suo bel carattere il ragazzo, ha conosciuto tanti suoi coetanei raffadalesi. Malgrado questo, in questi mesi lui e gli altri ospiti della comunità sono stati oggetto di insulti, sputi e minacce da parte di un razzista. Ora, probabilmente sentendosi legittimato da un clima che tutti avvertiamo, lo ha aggredito prima con una sportellata in faccia e poi a pugni e calci".

Il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, ha espresso solidarietà al ragazzo. Condanna del gesto e solidarietà al minore sono stata espresse anche dal Pd del Comune nell'Agrigentino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali