FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Catania, abusava di minori dopo averli cosparsi di olio santo: arrestato parroco

Le violenze sui ragazzini sarebbero andate avanti per anni. Il prete aveva anche minacciato i genitori di far intervenire esponenti della criminalità organizzata

Catania, abusava di minori dopo averli cosparsi di olio santo: arrestato parroco

Costringeva ragazzini di 14 anni a subire e compiere atti sessuali approfittando del suo ruolo di sacerdote. Per questo don Pio Guidolin, parroco di Catania, è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale aggravata su minori. Gli abusi si sarebbero ripetuti per anni, fin dal 2014. Il prete cospargeva gli adolescenti di olio santo dicendo che si trattava di "atti purificatori" che lenivano le loro sofferenze.

Quando uno dei ragazzi abusati ha cercato di ribellarsi raccontato le violenze subite, è stato isolato dalla comunità di fedeli e accusato di calunniare il sacerdote. E' emerso inoltre che don Guidolin, per fare pressione sui genitori dei ragazzini che intendevano denunciare l'accaduto, abbia minacciato di chiedere l'intervento di esponenti della criminalità organizzata. Uno dei genitori delle vittime è stato denunciato per favoreggiamento perché, dopo che il figlio aveva parlato con l'autorità giudiziaria, aveva avvertito il sacerdote delle indagini.

La Curia etnea, venuta a conoscenza di quanto accaduto, ha allontanato il religioso dalla parrocchia avviando un processo canonico al Tribunale ecclesiastico, al momento in appello davanti alla Congregazione per la dottrina della fede, dopo la condanna in primo grado alla sanzione massima della riduzione allo stato laicale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali