FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Seggiolini anti-abbandono, verso rinvio delle multe

Sanzioni da 81 euro a 326 euro e decurtazione di 5 punti dalla patente. Ma il ministro dei Trasporti annuncia un emendamento per per dare più tempo per adeguarsi alle nuove norme

seggiolini auto bambini bambino bimbi bimbo dimenticato abbandono antiabbandono

Dopo le polemiche per l'obbligo dei seggiolini anti-abbandono per i bambini con meno di 4 anni, in vigore da giovedì, il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, apre a un rinvio delle multe per chi ancora non si è messo in regola. "Le sanzioni sono previste dalla legge - spiega - ma siamo disponibili a posticipare l'entrata in vigore delle sanzioni. I costi dei nuovi dispositivi sono alti e ancora non sono scattati gli incentivi".

"Per dare più tempo per adeguarsi all'obbligo è necessario un altro intervento di legge, quindi stiamo studiando in quale decreto inserire l'emendamento che potrà essere del governo o della maggioranza, perché sia il Pd che altri partiti si sono detti disponibili a posticipare l'entrata in vigore delle sanzioni", annuncia il ministro. 

 

Il seggiolino "sentinella", entra in vigore il decreto sui dispositivi anti-abbandono

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali