FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Scuola, oltre 17mila edifici si trovano in aree sismiche con una pericolosità alta o medio-alta

A dieci anni dal devastante terremoto che ha colpito lʼAquila, Save the Children lancia lʼallarme: "Quasi la metà degli istituti del nostro Paese non possiede certificati di abitabilità"

Scuola, oltre 17mila edifici si trovano in aree sismiche con una pericolosità alta o medio-alta

"A 10 anni dal terremoto che ha colpito L'Aquila e i quasi 60 comuni del cratere, 17.187 edifici scolastici sono in aree con una pericolosità sismica alta o medio-alta". E' l'allarme lanciato da Save the Children a pochi giorni dal decennale del terremoto che ha distrutto la città abruzzese, uccidendo 309 persone. L'organizzazione ha inoltre sottolineato che sono "4 milioni e mezzo gli studenti tra i 6 e i 16 anni che vivono in province rientranti in queste aree".

Ma il tema dell'insicurezza delle scuole non riguarda le sole aree a rischio sismico. "Solo il 53,2% degli edifici scolastici in tutta Italia - ha aggiunto Save the Children, in collaborazione con Cittadinanzattiva, presentando alla Camera una proposta di legge sulla sicurezza degli istituti scolastici - possiede il certificato di collaudo statico e il 53,8% non ha quello di agibilità o abitabilità e che dall'inizio dell'anno scolastico 2018-2019 ogni tre giorni si sono registrati episodi di distacchi di intonaco e crolli (47) all'interno di edifici scolastici. Un vero e proprio record degli ultimi 5 anni, per un totale di oltre 250 episodi dal 2013".

L'insicurezza delle scuole ha provocato, a partire dal 2001, 39 vittime. Tra loro, i 27 bambini della scuola "Francesco Iovine" di San Giuliano di Puglia (Campobasso), che morirono il 31 ottobre 2002 durante il terremoto che colpì la Puglia e il Molise, e Vito Scafidi, morto il 22 novembre 2008 a seguito del crollo di un controsoffitto nel Liceo "Darwin" di Rivoli (Torino). 

Il patrimonio edilizio scolastico italiano è composto da 40.151 edifici attivi, di proprietà di Comuni, Province e Città metropolitane. Oltre la metà, circa 22mila, è stata costruita prima del 1970. Nell'anno scolastico 2017-2018 si è registrato un record di crolli e distacchi di intonaco, ben 50 registrati dalla stampa locale. Mentre dall'inizio dell'anno scolastico in corso la stampa riporta 47 crolli, uno ogni 3 giorni. Oltre 250 crolli dal 2013 a oggi.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali