FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scuola, continua il concorso per i presidi: ok dal Consiglio di Stato

Il ministro Bussetti: "Procederemo ora senza indugio con la pubblicazione della graduatoria e le assunzioni"

Scuola, continua il concorso per i presidi: ok dal Consiglio di Stato

Può continuare il concorso per il reclutamento di 2.050 dirigenti scolastici che era stato annullato dal Tar del Lazio. Il via libera è arrivato dal Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso del Miur. "Procederemo senza indugio con le assunzioni. La scuola non può aspettare, ha bisogno di nuovi dirigenti scolastici per guidare gli istituti e superare il fenomeno dannoso delle reggenze", ha detto il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti.

Bene la sospensiva del Consiglio di Stato. Procederemo ora senza indugio con la pubblicazione della graduatoria e le assunzioni. So quanto hanno studiato i vincitori. Ci sono passato: ho fatto anche io questo concorso anni fa. La scuola italiana non puo' aspettare, ha bisogno di nuovi dirigenti scolastici per guidare i nostri istituti e superare il fenomeno dannoso delle reggenze. Glieli daremo", ha commentato il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti su Facebook dopo la decisione del Consiglio di Stato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali