FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, maltrattamenti in un asilo privato: arrestate due maestre

I piccoli venivano strattonati, lasciati piangere per ore e a volte, per punizione, chiusi in una stanza

Due maestre d'asilo sono state arrestate a Torino con l'accusa di maltrattamenti su bimbi dai tre mesi ai tre anni. Le due donne, entrambe italiane, avevano allestito in una mansarda, senza riscaldamento, un asilo nido privato. Le indagini hanno appurato che accoglievano un numero di bambini superiore a quello stabilito, lasciandoli piangere per ore e strattonandoli. In alcuni casi, per punizione, li chiudevano in una stanza.

L'accusa è di maltrattamenti continuati in concorso, aggravati dalla minore età delle vittime. Da novembre 2018, la squadra mobile di Torino ha accertato, anche con il supporto di intercettazioni telefoniche, gravissime irregolarità nella gestione dell'asilo nido.

Secondo l'accusa, le due donne tenevano i bambini in una mansarda non autorizzata con il riscaldamento spento, li nutrivano in maniera inadeguata e contraria alle norme igienico-sanitarie. La maestre evitavano di cambiarli e lavarli, impedivano loro di dormire o li esponevano alle fredde temperature invernali portandoli con sé a fare commissioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali