FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino: licenziata per aver preso un monopattino dai rifiuti | Giudici: deve tornare al lavoro

La Corte dʼappello ha disposto anche un risarcimento di 12 mensilità. La donna si è sempre difesa pensando che il gioco fosse un regalo di una collega

Torino: licenziata per aver preso un monopattino dai rifiuti | Giudici: deve tornare al lavoro

Può tornare a lavoro Aicha Elisabethe Ounnadi, la 41enne che il 30 giugno del 2017 era stata licenziata dalla Cidiu, azienda torinese che si occupa della raccolta dei rifiuti, per aver preso dalla spazzatura un monopattino, per regalarlo al figlio, ma destinato al macero. Lo hanno stabilito i giudici della sezione lavoro della Corte d'appello che hanno annullato il licenziamento, disponendo un risarcimento di 12 mensilità.

"Giustizia è stata fatta - commentano gli avvocati della donna, Paola Bencich e Mara Artioli -. Siamo soddisfatte soprattutto dal punto di vista umano: la Corte ha riconosciuto che non si è trattato di furto". La 41enne aveva recuperato da una collega il monopattino che qualcuno aveva portato nello stabilimento della Cidiu di Savonera, a Collegno, per darlo in regalo a suo figlio. "Si è appropriata di un bene non di sua proprietà", aveva spiegato l'azienda prima di lasciarla a casa. "A tutti i dipendenti è stato più volte ribadito che non è ammesso appropriarsi dei beni provenienti dalla raccolta dei rifiuti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali