FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Novara, massacra di botte e uccide la compagna: fermato

Lʼuomo di 46 anni era già finito in carcere per violenze ma la vittima lo aveva sempre riaccolto in casa e, in alcune circostanze, lo aveva anche difeso

Un uomo di 46 anni, Gabriele Lucherini, ha massacrato di botte la compagna, Sara Pasqual, uccidendola, nella loro abitazione a Sozzago, in provincia di Novara. A dare l'allarme alcuni vicini. I carabinieri stanno interrogando il 46enne. Già in passato l'uomo era finito in carcere per le violenze, ma la vittima, 45 anni, lo aveva sempre riaccolto in casa e, in alcune circostanze, lo aveva anche difeso.

La coppia, lei originaria del Biellese lui di Cerano (Novara), si era stabilita da qualche anno nella casa a due piani dove oggi si è consumato il delitto.

I due, con problemi di alcol, avevano trascorso la notte in camere separate. Dopo il delitto, Luccherini ha atteso i carabinieri e li ha seguiti in caserma senza opporre resistenza.

L'uomo aveva più volte avuto a che fare con la giustizia: nel 2013 era stato arrestato su denuncia della madre, esasperata dalle violenze del figlio. Era stato condannato a tre mesi, pena sospesa, per aver aggredito i carabinieri che lo stavano arrestando.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali