FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maestra uccisa nell'Alessandrino, continuano le indagini ma le telecamere erano rotte

La donna era una attivista del M5s. Il Movimento: "Mancherà a tutti noi"

Continuano le indagini per l'omicidio di Ambra Pregnolato, la maestra d'asilo di 41 anni trovata morta, venerdì pomeriggio, con ferite alla testa nella sua abitazione a Valenza nell'Alessandrino. Gli inquirenti non potranno però utilizzare le immagini della telecamera di sorveglianza perché fuori uso. I carabinieri hanno ascoltato numerosi testimoni. La morte della 42enne, attivista pentastellata, ha suscitato grande commozione. M5s: "Mancherà a tutti noi".

La vittima, madre di una bimba di 12 anni, qualche mese fa aveva sofferto il grave lutto della scomparsa del nonno, cui era molto legata. Il corpo della maestra era riverso a terra in sala, in slip e maglietta. Non ci sarebbero segni di effrazioni alla porta: gli inquirenti per ora escluderebbero perciò una rapina.

 

Alessandria, trovata morta in casa dal marito: ipotesi omicidio

 

Castelli: "Mancherà a tutti noi M5s" Ambra Pregnolato è stata "uccisa in casa propria, il luogo che forse considerava in assoluto il più sicuro. Una perdita per la famiglia tutta, per la figlia che lascia, ed a cui resteremo vicini, e per tutti i bambini che accudiva nel suo ruolo di insegnante. Mancherà anche a tutti noi del Movimento. A coloro che le hanno voluto bene rivolgo sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza". Così il viceministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in un messaggio per la morte della maestra.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali