FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pavia, scoperta una casa di riposo degli orrori: botte, insulti e marchiature a fuoco sugli anziani

Nelle immagini della polizia, una donna in carrozzina è tenuta capovolta con la testa contro il pavimento, mentre lʼoperatore socio-sanitario guarda il cellulare

Anziani picchiati, maltrattati, marchiati a fuoco con il phon. Nei video della polizia una donna disabile viene ripresa mentre si trova in carrozzina, capovolta, con la testa contro il pavimento e le gambe in alto, mentre l’uomo che avrebbe dovuto assisterla guarda indisturbato il cellulare. Le immagini della Casa di accoglienza Mons. Rastelli di Pavia sono state la prova degli abusi di quella clinica dell’orrore.

Dopo aver visionato i filmati, la squadra mobile di Pavia ha arrestato Giovanni Gastaldo, 67 anni, direttore della struttura, e Davide Montagna, 35 anni, operatore socio-sanitario della casa di accoglienza di Montebello, nell'Oltrepò Pavese. I due sono accusati di ripetuti maltrattamenti e gravi lesioni contro gli ospiti della struttura. Calci, pugni, schiaffi, e somministrazione di tranquillanti così forti da stordirli, queste le pratiche messe in atto quotidianamente nella clinica.

La polizia ha iniziato a indagare nel mese di marzo, dopo aver ricevuto delle segnalazioni da parte dei familiari che avevano visto lividi e segni sui corpi dei loro cari. Inoltre il personale sanitario si alternava continuamente, cosa che ha fatto insospettire gli inquirenti. Molti dei dipendenti si licenziavano, probabilmente per non essere complici di quelle violenze.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali