FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pamela Mastropietro, il pm: "Uccisa da Oseghale con due coltellate al fegato"

La 18enne, ha spiegato il magistrato, non morì per overdose ma per le coltellate. Oseghale lʼavrebbe uccisa temendo la reazione della giovane dopo la violenza subita

Pamela Mastropietro è stata uccisa da Innocent Oseghale dopo uno stupro e con due coltellate al fegato. E' quanto ha affermato il pm Stefania Ciccioli nella requisitoria al termine del processo a carico del nigeriano accusato di omicidio, stupro, vilipendio e occultamento di cadavere, davanti alla Corte d'assise di Macerata. A conferma della tesi accusatoria c'è la testimonianza di un altro nigeriano inizialmente coinvolto nell'inchiesta.

Secondo l'accusa, il 30 gennaio 2018 Oseghale avrebbe abusato sessualmente di Pamela, approfittando del fatto che fosse stordita dall'assunzione di eroina, e poi l'avrebbe uccisa, accoltellandola due volte all'altezza del fegato, temendo la reazione della giovane dopo la violenza subita.

La 18enne, ha spiegato il pm, non morì per overdose ma per le coltellate: le ferite letali erano da punta e taglio, diversamente dalle altre inferte per il depezzamento del corpo, ammesso da Oseghale che invece nega l'omicidio. La difesa ha chiesto e ottenuto di effettuare un nuovo sopralluogo nella mansarda di via Spalato 124 dove si consumò il massacro. Il 29 maggio potrebbe arrivare la decisione della Corte.

La Procura chiede l'ergastolo - La Procura di Macerata ha chiesto la condanna all'ergastolo per Oseghale. Oltre all'ergastolo, il procuratore Giovanni Giorgio ha sollecitato anche un aggravamento di pena di nove anni e tre mesi per lo smembramento e l'occultamento del cadavere, e l'applicazione dell'isolamento diurno per 18 mesi.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali