FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, infangata la memoria di Don Pino Puglisi: ”Hanno fatto bene ad ammazzarlo"

“Le Iene” hanno incontrato l’uomo che ha protestato contro la statua commemorativa del sacerdote

Un simbolo di riscatto, di lotta contro le mafie e un uomo diventato un martire. Don Pino Puglisi è stato un esempio per tutte le comunità che combattono quotidianamente contro la criminalità organizzata. Qualcuno di recente, però, ha infangato il suo nome e, peggio ancora, la sua morte: “Hanno fatto bene ad ammazzare Don Pino Puglisi”, questa la frase che si è sentito rivolgere Maurizio Artale, presidente del Centro Padre Nostro da David, da un uomo a cui non è piaciuto che la piazza dove è posta la statua di Puglisi è tornata in mano alle istituzioni.

È lo stesso Maurizio a raccontare a "Le Iene" cosa è successo: “Mi sono visto questo energumeno che mi veniva incontro e mi ha detto: ‘Appena vedo dei volontari col motorino nella piazza li faccio saltare in aria’”. La denuncia è scattata immediatamente: “Ha sbagliato e deve pagare”. Intanto i due si sono incontrati e il faccia a faccia ha avuto risvolti estremamente positive. Scuse da parte di David a Maurizio che regala al suo ormai "ex nemico" una maglietta celebrativa per la visita di Papa Francesco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali