FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, esorcismi a luci rosse: una dodicenne si era ribellata al colonnello "guaritore"

Eʼ lʼunica a non essere caduta nella trappola di Salvatore Muratore, arrestato insieme al prete esorcista Salvatore Anello

Palermo, esorcismi a luci rosse: una dodicenne si era ribellata al colonnello "guaritore"

Quando era finita nella mani di Salvatore Muratore, il tenente colonnello dell'esercito "guaritore" arrestato a Palermo per violenza sessuale insieme al prete esorcista Salvatore Anello, aveva appena dodici anni. Ma questa bambina "ribelle" era stata abbastanza furba da capire che quell'uomo che la toccava non la stava curando, ma stava tentando invece di abusare di lei.

Interrogata dai poliziotti, la bambina - finora la più giovane tra le presunte vittime di Muratore - ha denunciato le molestie subite. La piccola ha raccontato che a essere finite nella trappola del colonnello erano state anche la madre, la sorella più grande, una cugina e altre donne. L'uomo, con la scusa di "guarirle" e "guidarle spiritualmente", le avrebbe soggiogate al punto tale da approfittare di loro.

Anche la bambina, che all'epoca dei fatti aveva dodici anni, era stata portata dal colonnello per confidargli eventuali problemi. Ma era stata abbastanza lucida e "impertinente" da capire che, durante quegli incontri, le cose non andavano per il verso giusto: "Appena entravo nella stanza - ha spiegato la bambina - lui chiudeva la porta e mi diceva di sdraiarmi sul letto. Io mi sdraiavo e scoppiavo a ridere senza motivo. All'inizio Muratore mi metteva la mano sul cuore, sopra la maglietta, per poi metterla sotto toccando i seni. Mi sentivo imbarazzata e dentro di me pensavo: "Che cavolo fa?".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali