FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Napoli, Luca Abete insultato e schiaffeggiato da un parcheggiatore abusivo

Lʼinviato di Striscia la Notizia è stato vittima di unʼaggressione

Una consuetudine pericolosa. L'inviato di Striscia la Notizia Luca Abete torna a parlare dei cosiddetti parcheggiatori "chiavi in mano" a cui i cittadini di Napoli lasciano regolarmente le proprie auto nei luoghi di sosta abusiva. Per aumentare i guadagni, i parcheggiatori si fanno consegnare le chiavi e spostano le auto a piacimento. L’inviato di Striscia, insieme alla sua troupe, decide così di provare un esperimento: rubare una macchina lasciata a un parcheggiatore abusivo. Il tentativo riesce senza alcuna difficoltà. 

Quando il finto proprietario dell’auto rubata - complice di Striscia - torna a reclamare la sua vettura, l'addetto alla sosta si rivolge in preda al panico agli altri parcheggiatori "chiavi in mano" intorno a Piazza Mercato dicendo di non trovare più la macchina.

A questo punto, Abete si palesa e rivela tutto al parcheggiatore, che non la prende bene. Dopo un'accesa discussione, l'uomo, diventato ormai furioso, schiaffeggia e insulta l'inviato. "Adesso con questo schiaffo cos'hai risolto?", chiede Abete. C'è invece chi prova a essere più ragionevole del parcheggiatore: "Scusalo davvero per tutti noi", dice una passante che ha assistito alla scena.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali