FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, ecco come sarà il parco dell’Innovazione nell’area Expo

Il servizio di Striscia sul progetto che darà vita a uno dei quartieri più innovativi al mondo

L’area Expo di Milano è pronta a vivere una seconda vita grazie ad un progetto che trasformerà il milione di metri quadrati dell’intera zona in un parco dell’Innovazione ad alta densità di tecnologia. A spiegare il progetto è l’architetto Carlo Ratti a capo del Senseable City Lab del Massachusetts Institute of Technology (Mit) che si è aggiudicato assieme al gruppo di real estate Lendlease il concorso per la trasformazione dell’area di Expo Milano 2015. "Ci sono tre aspetti con cui verrà trasformata l’area, il decumano diventerà un grande parco lineare, con la natura che torna al centro della città, la parte bassa degli edifici diventerà un common ground, uno spazio condiviso aperto alla città e a chiunque voglia entrare e godere del sito", spiega l’architetto a Striscia la Notizia. Infine c’è l’aspetto legato alla mobilità: "È uno dei pochi siti al mondo pensato in relazione alla nuova mobilità basata sull’autonomia". Lo sviluppo durerà molti anni ma il sito sarà già attivo il prossimo anno con l’arrivo di Human Technopole e il Campus delle facoltà scientifiche dell’Università di Milano.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali