FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, al porto di Catania una nave con 650 a bordo: ci sono 9 cadaveri

Lo scorso weekend sulle coste italiane sono arrivati 12.600 persone: "Una tragedia in atto sotto i nostri occhi", ha detto lʼAlto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi

E' arrivata a Catania la nave militare svedese 'Bkv 002' con 650 migranti, recuperati in diverse operazioni di soccorso nel mare Mediterraneo. A bordo anche i corpi di nove persone: sette donne e due uomini. Scattati come sempre i protocolli per l'accoglienza, coordinata dalla prefettura, e avviate anche le prime indagini da parte della squadra mobile della Questura per identificare eventuali scafisti.

Migranti, il confronto mese per mese degli sbarchi in Italia

Migranti, gli sbarchi in Italia

Unhcr: "12.600 arrivi nello scorso weekend, una tragedia sotto i nostri occhi" - "Quello che sta accadendo in Italia sotto i nostri occhi è una tragedia in atto. Durante lo scorso fine settimana, 12.600 migranti e rifugiati sono arrivati sulle sue coste, e si stima che 2.030 abbiano perso la vita nel Mediterraneo dall'inizio dell'anno". Lo ha affermato l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi. "Siamo solo all'inizio della stagione estiva, e senza un'azione collettiva rapida, possiamo solo aspettarci altre tragedie in mare", ma questo "non può essere un problema solamente italiano" ha aggiunto in una dichiarazione.

Unhcr: "Priorità è salvare vite umane, ma l'Italia non può restare sola" - "Salvare vite umane resta una priorità assoluta. Le operazioni di ricerca e soccorso da parte di tutti coloro che sono coinvolti, anche le Ong, la Guardia costiera italiana, e le autorità governative, è fondamentale", ha aggiunto Grandi. "L'Italia sta facendo la sua parte nel ricevere le persone soccorse e nel fornire asilo a coloro che hanno bisogno di protezione. Questi sforzi devono essere mantenuti e rafforzati. Ma questo non può essere un problema solamente italiano. Si tratta in primo luogo di una questione di rilevanza internazionale, che richiede un approccio regionale congiunto".

"L'Europa, in particolare, ha bisogno di essere pienamente coinvolta attraverso un sistema di distribuzione urgente, un maggiore impegno esterno e percorsi legali aggiuntivi per l'ammissione", ha specificato l'Alto Commissario Onu.

Da inizio anno sbarcati 83.360 migranti su coste italiane - Secondo i dati forniti dal Viminale dal primo gennaio al 30 giugno i migranti sbarcati sulle coste italiane sono stati 83.360. Nello stesso periodo del 2016 erano stati 70.222. L'aumento percentuale nel 2017 è dunque del 18,71%. Dei migranti arrivati in Italia nei primi sei mesi dell'anno, 9.761 sono minori non accompagnati.

Emerigenza migranti, domenica Minniti incontrerò Germania e Francia - Si vedranno domenica sera a Parigi i ministri dell'Interno di Italia, Francia e Germania per un vertice sull'emergenza migranti, a cui prenderà parte anche il commissario per gli Affari interni Ue Avramopoulos. L'idea di una riunione che precede il vertice dei "28" in programma a Tallin sarebbe nata dopo le dichiarazioni del ministro dell'interno estone Andres Anvelt, che guiderà i lavori dei colleghi Ue, che venerdì ha gelato le speranze italiane. Anvelt ha detto, infatti, che da Tallin non arriveranno risposte alle richieste italiane trattandosi di una riunione informale.

Le operazioni di sbarco al porto siciliano

Le operazioni di soccorso al porto di Catania, dove sono arrivate anche le automobili per portare via i cadaveri dei migranti recuperati dalla nave militare svedese

leggi tutto

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali