FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

A "Pomeriggio Cinque" Maria, la ragazza tedesca che fuggì con il suo rapitore: “Non capivo dʼessere manipolata: mi sento una vittima”

Lʼuomo lʼaveva convinta a lasciare la sua famiglia e a nascondersi con lui a Licata fingendosi sua figlia

Per la prima volta Maria Henselmann - la ragazzina che nel 2013 a soli 13 anni era stata rapita da Bernhard Haase, tedesco di 44 anni più vecchio - racconta cosa ha provato in quegli anni vissuti con il suo aguzzino. L’uomo aveva convinto la ragazza a seguirlo abbandonando la famiglia e la sua casa in Germania e per anni hanno vissuto a Licata, fingendosi padre e figlia, mentre in realtà lui abusava di lei. 

Maria, ora 18enne, è riuscita a trovare i suoi genitori e a denunciare ciò che le è accaduto: “Prima lo difendevo sempre perché non capivo che mi stava manipolando. La sua verità per me era la verità assoluta. Non mi rendevo conto quanto stessi mancando ai miei genitori, quanto dolore gli stessi procurando. Ora mi sento una vittima”.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali