FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Corinaldo, "mamma Eleonora mi ha protetto fino allʼultimo istante"

Il racconto drammatico della figlia undicenne della donna morta nella tragedia alla discoteca "Lanterna azzurra": "Cercava di farmi spazio con il suo corpo per non farmi schiacciare"

"Mamma mi ha protetto fino all'ultimo istante. Quando siamo finiti in mezzo alla folla lei urlava 'c'è la piccola, c'è la piccola'. Cercava di farmi spazio con il suo corpo per non farmi schiacciare, poi è caduta più in basso". E' il drammatico racconto della figlia undicenne di Eleonora Girolimini, morta nella tragedia alla discoteca "Lanterna azzurra" di Corinaldo, nell'Anconetano.

Quella notte in discoteca c'era anche il marito di Eleonora, Paolo. Entrambi i genitori avevano accompagnato la bimba al concerto del trapper Sfera Ebbasta, lasciando alla nonna gli altri figli (due gemelline di sette anni e il bimbo più piccolo, che compirà due anni fra poche settimane). "Ci teneva così tanto che era stato impossibile dirle di no", racconta a Il Corriere della Sera.

"Ero un passo più avanti rispetto a lei e alla bambina. Ho sentito un odore acre e ho detto: via da qui, correte! Poi mi sono ritrovato nella folla che mi spingeva fuori, non ho potuto raggiungerle, le ho perse di vista", aggiunge ricostruendo quei terribili momenti.

Quando la calca si è diradata, Paolo ha trovato la moglie e ha provato, come ha potuto, a rianimarla. Ha tentato una respirazione bocca a bocca finché non sono arrivati gli operatori del 118. Ma non c'era più nulla da fare. Il fuggi fuggi generale era stato scatenato da gas urticante spruzzato da qualcuno sulla folla.

Morti in discoteca nellʼAnconetano, le vittime: cinque ragazzi e una 40enne

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali