FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ascoli, 27enne precipita da giostra del Luna Park: morta dopo volo di 20 metri

La giovane è caduta nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti. Inutili i soccorsi

Ascoli, 27enne precipita da giostra del Luna Park: morta dopo volo di 20 metri

Una giovane mamma, Francesca Galazzo, è morta in un incidente avvenuto in un Luna Park a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). La ragazza, di 27 anni, è precipitata da un'altezza di circa 20 metri, dopo essere salita su una delle attrazioni. Con lei c'era un'amica. Entrambe erano assicurate ai rispettivi supporti, tuttavia a un certo punto la 27enne è caduta nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti.

Sul posto sono giunti in breve gli uomini del 118, partiti dalla vicina postazione Potes, che hanno messo in atto tutte le possibili manovre di rianimazione, ma per la giovane sambenedettese purtroppo non c'era già più nulla da fare. La ragazza è morta pochi istanti dopo la caduta, a seguito delle gravissime lesioni riportate.

La testimonianza dell'amica - A cercare di fare chiarezza c'è la testimonianza dell'amica, salita con lei sullo lo Sling Shot. Alla polizia ha riferito che mentre Francesca tentava di tirare indietro una gamba scivolata all'esterno della capsula, che stava muovendosi in posizione verticale, il rollbar appoggiato al petto si sarebbe aperto. La 27enne avrebbe cercato di rimanervi agganciata, ma avrebbe perso la presa quando la capsula ha ruotato su se stessa di 360 gradi. A quel punto nemmeno la cintura di sicurezza è riuscita ad evitare che scivolasse fuori precipitando nel vuoto.

Si cercano filmati amatoriali dell'incidente - La magistratura disporrà una consulenza tecnica sul macchinario, subito sequestrato. Una giostra "estrema" che aveva fatto già un'altra vittima il 26 aprile 2010: Laura Cristofoletto, 46 anni, originaria di Trento ma residente a Treviso, era morta d'infarto durante il lancio della capsula nel parco tematico dell'Italia in miniatura di Rimini. Gli inquirenti stanno cercando eventuali filmati amatoriali in cui possa essere stato ripreso l'incidente.

Giostra collaudata ai primi di giugno -  La titolare del gioco non si capacita del fatto che entrambe le protezioni abbiamo ceduto e assicura che la giostra era stata collaudata ai primi di giugno ed era tutto a posto. Tutto il luna park oggi è chiuso per lutto in un silenzio che non si
addice ad un parco divertimenti.

San Benedetto è una città in lutto - "Preghiamo per questa ragazza e per il suo bambino" ha detto da Fatima il vescovo Carlo Bresciani. Al dolore dei familiari si è unito a nome di tutta la città il sindaco Pasqualino Piunti: "E' una tragedia immane che colpisce tutta la nostra comunita'" ha detto il primo cittadino. Domenica o martedì verrà eseguita l'autopsia sul corpo di Francesca, poi potranno essere celebrati i funerali.

Testimoni: "L'abbiamo vista scivolare dalla capsula" - "L'abbiamo vista scivolare dalla capsula con i piedi in avanti e cadere nel vuoto", hanno riferito alcuni testimoni sentiti nell'immediatezza del tragico incidente. La donna, 27 anni, era nella capsula, che può ospitare due persone, con un'amica che però non è stata in grado di ricostruire la dinamica dell'incidente.

Come funziona la giostra - La capsula gravitazionale viene lanciata ad alta velocità verso l'alto da corde elastiche agganciate alla sommità di due pali laterali e compie ulteriori evoluzioni durante il minuto previsto, compresa la rotazione su se stessa, ribaltandosi e generando, secondo chi ha sperimentato l'attrazione, una sensazione di confusione.

Cade da giostra e muore, il luogo dellʼincidente

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali