FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mancata zona rossa, pm Bergamo: "Questione complessa stabilire se c'è reato"

"La questione sarà approfondita allʼesito della ricostruzione in fatto", ha detto il procuratore facente funzione di Bergamo Maria Cristina Rota

"La questione è complessa e sarà approfondita all'esito della ricostruzione in fatto". Così il procuratore facente funzione di Bergamo Maria Cristina Rota si è limitata a rispondere alla domanda se, dopo le audizioni del premier Conte e dei ministri Speranza e Lamorgese sulla mancata zona rossa a Nembro e Alzano, si possano o meno configurare responsabilità penali o se la scelta di Palazzo Chigi sia da considerare come atto politico e quindi insindacabile.

Così, in base alle parole del procuratore Rota, quella che si apre per i pm di Bergamo sarà una settimana di lavoro per ricostruire, attraverso l'analisi delle dichiarazioni raccolte - tra cui quella del premier Giuseppe Conte - e lo studio della documentazione acquisita, i passaggi che ai primi di marzo hanno portato a creare zona rossa, non più solamente Nembro e Alzano Lombardo ma tutta la Lombardia, allora pesantemente colpita dal coronavirus.

 

E tutto questo per arrivare a valutare se la decisione di cui il capo del governo, sentito venerdì dai magistrati a Palazzo Chigi, si è assunto ogni responsabilità sia da inquadrare come scelta politica insindacabile o come atto amministrativo che consente eventualmente di ipotizzare un reato e responsabilità.

 

Da quanto si è saputo, prima di arrivare a sciogliere questo nodo definito "complesso", ci sarà un lavoro istruttorio, forse anche con altre audizioni di testi, che si svolgerà incrociando le dichiarazioni messe a verbale da tutti i principali protagonisti della vicenda, dagli esponenti del governo a quelli della Regione fino ai rappresentanti degli industriali, con i documenti agli atti del filone di indagine, compresi quelli acquisiti durante la trasferta romana, e con i dati epidemiologici di quei giorni dei primi di marzo. Dati, questi, su cui dovrebbe essere già stata affidata, da quanto è trapelato, una consulenza a un esperto scelto dagli inquirenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali